Ben Russel – Rakele Tombini “Black and White Trypps” 06.02.2010

Project Details

Categories:

a cura di Anna Cerniglia e di Susanna Horvatovičova

Un incontro insolito pervade il video dell´artista italiana RAKELE TOMBINI: un pesce rosso fa capolino dalle grate di un tombino nascosto in un antico cortile del centro storico di Roma. Le immagini coloratissime e sgranate del video Red Fish si dilungano sui riverberi dell´acqua che separa la cittá soleggiata dai suoi sotterranei. Le immagini lasciano spazio all´immaginazione e l´attenzione si sposta al di lá della grata, nei cunicoli della canalizzazione romana.

Lo sguardo dell´artista guida la telecamera negli interstizi del non visibile e segue il flusso di coscienza raccontando con ironia ció che potrebbe accadere o ció che è già accaduto nella misteriosa penombra della grata. L´immagine riflessa dell´artista nell´acqua diventa specchio di una dimensione onirica e surreale, che si distacca dalla visione grigia della cittá e si confonde con l´immagine mossa del piccolo pesce rosso. Mostra l´incanto di qualcosa di vivo e naturale che sopravvive in un luogo senza vita apparente; è un inno alla vita e alla nostra perenne incoscienza della sua bellezza.

Un flusso di coscienza permea anche il ciclo Black and White Trypps dell´artista americano BEN RUSSELL. La video proiezione mostra vecchie immagini in bianco e nero dai contorni sbiaditi. La pellicola scorre ed imprime il riflesso degli oggetti sulla sua superficie vista in controluce. Silenzio e suono si alternano, il frusciare delle chiome degli alberi viene ripreso dalla telecamera alla stregua del silenzio e dell´oscuritá della notte. La superficie della pellicola rovinata dall´usura del tempo diventa soggetto e oggetto del video, richiama la bellezza di un quadro astratto.

Il movimento alterno di immagini indistinte diventa respiro che si espande nell´universo richiamando la sua origine primordiale. Natura e cultura si fondono nelle linee geometriche secondo giochi speculari escheriani e ripetizioni caleidoscopiche, che aprono e chiudono simmetricamente sagome fluttuanti nello spazio fino a farle implodere. L´immagine filmica si trasforma allora in gesto pittorico, in artificio barocco, nella manipolazione visiva e nella digressione di citazioni colte che riportano alla mente i primi esperimenti avanguardisti degli anni ´10 e ´20. La narrazione si perde nel l´incanto della forma e diventa contemplazione estetica.

Il progetto IMMERSIONI di Susanna Horvatovičova è incentrato sul concetto di spazio immersivo, sull‘invasione dell‘immaginario nell’ambiente reale attraverso la fredda sensazione acquatica dell’essere al mondo. Il ciclo espositivo, iniziato nell´autunno 2008 presso La Porta Blu Gallery, ha coinvolto diversi artisti a livello internazionale. Il progetto non verte tanto sull´ipnotica visione delle immagini ad alta risoluzione, come nelle installazioni multimediali di Studio Azzurro e di Bill Viola, quanto sull´idea di ´´immersione´´ dell´arte nella vita reale, creazione di un ambiente in cui lo spettatore puó immergersi non solo con i cinque sensi ma anche attraverso l´attivazione di un processo mentale, associativo ed immaginativo.

BEN RUSSELL si è diplomato in arte e semiotica nella Brown University e nel 2003 presso l´Istituto d´Arte di Chicago. Si è un specializzato nella produzione di new media. Artista e curatore di film e performances ha lavorato in diversi spazi, che vanno dai monasteri belghi del XIV sec. ai palazzi Trading Co. dell´India orientale del XVII sec. e alle stazioni di polizia con all´ingresso punk squats, dalle cineteche giapponesi a quelle parigine. Ha presentato proiezioni di film e video al Film Festival di Rotterdam e al Museum of Modern Art. Beneficiario del premio Guggenheim 2008, ha curato la serie filmica Lantern Magic in Provenza, nelle Rhode Island. Attualmente vive a Chicago dove ha fondato nel 2009 BEN RUSSEL artist-run space e dove insegna presso l´Universitá dell´Illinois.

RAKELE TOMBINI è nata a S.Benedetto del Tronto. Si è diplomata nel 2002 presso l´Accademia di Belle Arti di Roma dove attualmente vive. Lavora sopratutto con sculture, installazioni ambientali e scenografie teatrali realizzate con materiali naturali di scarto e di riciclo. Nel 2003 ha partecipato alla Biennale Adriatica di Arti Nuove a S. Benetto del Tronto. Nel 2005 ha vinto il primo premio di Marte Live a Roma. Nel 2006 ha esposto nella rassegna itinerante Libri d´Artista presentata anche al MART di Rovereto, nel 2007 nella mostra Accross Art and Science al Museo regionale di Příbram e al Makráč di Praga, e nel 2008 nella collettiva ECO presso LaPortaBlu Gallery di Roma.

Inaugurazione mostra sabato 6 Febbraio 2010, ore 19

Contatti

La Porta Blu, Associazione Culturale ONLUS

Dove siamo

Invia un messaggio

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio